BANDO DI CONCORSO MIBAC – 1052 AFAV

Cisl FP MIBACT/ Agosto 9, 2019/ Circolari CISL FP MiBAC

17072018_205240_0.jpg
Concorso MIBAC
1052 Assistenti alla Fruizione,
Accoglienza e Vigilanza
G.U. 4a Serie speciale – n. 63 del 9 agosto 2019
        POSTI A BANDO PER REGIONE

ABRUZZO 30
MARCHE 15
BASILICATA 18
MOLISE 14
CALABRIA 64
PIEMONTE 57
CAMPANIA 200
PUGLIA 36
EMILIA ROMAGNA 51
SARDEGNA 14
FRIULI – VENEZIA GIULIA 7
SICILIA 2
LAZIO 198
TOSCANA 155
LIGURIA 48
UMBRIA 20
LOMBARDIA 77
VENETO 46

REQUISITI DI AMMISSIONE
– cittadini italiani o di altro Stato membro dell’Unione europea;
– avere un’età non inferiore a 18 anni;
– essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado;
– idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni;
– godimento dei diritti civili e politici;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
– non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
– per i candidati di sesso maschile, nati entro il 31 dicembre 1985, essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
La domanda di ammissione al concorso va inviata telematicamente compilando il modulo on line tramite il sistema “Step-One2019”, all’indirizzo internet https://www.ripam.cloud/, entro 45 giorni dal giorno successivo alla pubblicazione del bando.
Per la partecipazione al concorso dovrà essere effettuato, a pena di esclusione, il versamento della quota di partecipazione di € 10,00 (dieci/00 euro) sul C.C.P. n. 1046998785 (codice IBAN IT 10Z0760103200001046998785 – BIC/SWIFT BPPIITRR XXX per bonifici all’estero) intestato a FORMEZ PA – RIPAM Viale Marx n. 15 00137 ROMA, indicando la causale “Concorso RIPAM MIBAC Assistente vigilanza”.

PROVE ED ESAMI
  • Prova preselettiva con 60 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti (40 attitudinali per la verifica della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico, di carattere critico verbale; 20 su elementi generali di diritto del patrimonio culturale, patrimonio culturale italiano e normativa sulla sicurezza dei luoghi di lavoro).
  • Prova selettiva scritta con quesiti a risposta multipla (Codice dei beni culturali e del paesaggio, nozioni generali sul patrimonio culturale italiano, elementi di organizzazione, ordinamento e competenze del Ministero per i beni e le attività Culturali, elementi di diritto amministrativo, normativa in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, disciplina del rapporto di lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione, conoscenza della lingua inglese, delle tecnologie informatiche e della comunicazione e del Codice dell’amministrazione digitale)
–    Prova selettiva orale sulle materie della prova selettiva scritta.